Ricetta Pane Carasau, come prepararlo in casa

pane carasau

Il pane carasau era il pane quotidiano dei pastori della barbagia ed era utilizzato per la caratteristica della lunga conservazione. Il pane carasau è anche chiamato Carta da Musica perchè è leggerissimo e sottile in quanto costituito da delle sfoglie croccanti che ne rendono rumorosa la masticazione. Si produce con la farina di grano duro, acqua, sale e lievito.

Ingredienti Pane Carasau

farina di semola 500g

acqua 250 ml

lievito madre 7 g

sale 5 g

Preparazione Pane Carasau

Preparare una corbula di farina mista a semola, collocando al centro della stessa un palla ottenuta impastando il lievito madre, sciolto in poca acqua tiepida, con un po’ di farina. Coprire con un po’ di farina e tenere al caldo sotto un panno. Lasciar lievitare per una notte dopo di che impastare lungamente la farina e il lievito, aggiungendo durante la lavorazione un po’ di acqua tiepida non molto salata.

Quando la pasta sarà ben lavorata formare delle palle di 7-8 cm di diametro e infarinarle. Metterle tra due panni a lievitare. Dopo la lievitazione, col mattarello stendere la pasta in sfoglie rotonde, il più sottilmente possibile e formare una pila con le stesse, separandole con dei panni e tenendole pressate 4-5 ore per evitare che si deformino durante l’ulteriore lavorazione. Il forno avrà raggiunto il giusto calore quando la sfoglia infornata gonfiandosi si dividerà in due superfici che dovranno avere lo stesso spessore. Togliere dal forno le sfoglie prima che siano dorate. Separare delicatamente le due superfici e porle l’una sopra l’altra. Evitare l’accartocciamento tenendo un peso sulla pila per alcune ore, sino a che le sfoglie non siano totalmente raffreddate. Scaldare ancora il forno per infornare le sfoglie sino a quando non diventano croccanti.